Gioco di mano, gioco di Varrano

Metti che hai qualcosa di infinitamente più importante da fare e proprio non riesci a guardare i primi quaranta minuti e rotti della partita. Metti pure che come rito scaramantico non schieri in squadra Quaglia che invece segna e sticazzi. Aggiungi che il tuo kebabbaro di fiducia ci mette una corazzata kotionkin a servirti. E insomma, come il resto dello Stadium non riesci a vedere proprio i falletti da rigore che lasciamo stare proprio. E insomma, in questo sabato qualunque speriamo che il peggio sia davvero passato. E allora, contro il logorio dell’anticipo odierno, manduco con calma insalata di verza tritata fina fina con olio e aceto e lasciata lì a macerare per un tempo non piccolo. E mentre scrivo, la partita appena cominciata è già finita. Girandola caleidoscopica e un po’ lisergica di emozioni. L’episodio finale è emblematico: paperina di Perin, goal chirugico della Samp, litanie sataniche e riconversioni a U dopo il conclamato fuorigiuoco di rientro con scappellamento a destra come fosse blitz di Saponara. A volte ritornano. Le impressioni sparse. Perin bravino, dai. Ma se lo schiaratore di schieramenti si disischierasse, lo schierereste voi in finale Cempionz? Oddio, il Real tripleta pure con un citofono costaricense. E allora, vabbè. Descy scambiato giustamente per Ronaldo mentre fa un doppio passo rotante dal commentatore sky la dice lunga sulla crescita del mio pupillo. Alex, dopo il rinnovo, sembra più concentrato. L’ammore è ammore. Rugani porta a spasso il solito scaldabagno, Chiello sgomita, inventa calcio e quasi la mette, Can e Pjanic oscuri dioscuri, Blaise blasè, Dybby ormai trasformato in centrotuttocampista con guizzi sivoriani, Cr7 che è più bravo che bello a vedersi e questo è tuttodire. E poi, dici, vabbè allora è la cronaca d’un trionfo annunciato? Mica tanto. La Samp è tosta, Quaglia un highlander 4×4 e se fosse finita pari non avrebbero ruvvato nulla che noi non facciamo ogne die dicheno e comunque ce staremmo a magnà fegato&gomiti. Record di punti universale nell’anno solare non bisestile. Gli esperti prevedono per il duemilaeddiciannove una congiunzione astrale favorevole con supercoppa e coppetta in arrivo. The best is yet to come and wouldn’t be Messi? Ma pure un Pogby schifetto non ci farebbe, per un nuovo miracolo cempionico.