Canzone del cinque maggio #Juventus #songoftheday

(elii-cooper)

Canzone del cinque maggio

Questa è la canzone dell’anniversario del cinque maggio

che in genere si festeggia sotto il sole di pomeriggio

con fiumi di birra cecoslovacca calante

che la juventina che balla a torso nudo neanche più la sente

Corre nu laziale come un’aquila a volare

corre nu prescritto che lo vuole acchiappare

Frigna il Materazzi, ma che povera stella

Singhiozza il fenomeno, è un’immagine bella.

anniversario del cinque maggio

anniversario del cinque maggio

E il prescritto cartonato può rosicare ‘sto faggio

anniversario del cinque maggio

anniversario del cinque maggio

che quando lo ricordo io mi sento a mio agio

E all’improvviso t’interrompo dall’Olimpico

Ha segnato Poborsky

La simpattica morattica ci ha rotto i coglioni

è ricca e tutto quanto

ma già da subito rompe i coglioni

certo ne avrei senz’altro tutta un’altra opinione

se fossi un morattico

se fossi un rosicone

Ma siccome non sono cartonato

nè un rosicone morattato

io non capisco perché

tutti quanti continuano

insistentemente a tifare questa compagine di merda

Ma comunque prima di tifare una squadra sì merdosa

ricorda di fare una cosa

lanciare un’invettiva contro il moggismo.

(Allora noi vogliamo dedicare questa canzone contro il moggismo,

perché è ora dire basta colla Juve che vince tutti.

Devono capire che hanno rotto le palle i juventini,

perché il sentimento popolare… oh, ma non vi sento, fatevi sentire, siete tantissimi!)

Corre nu laziale come un’aquila a volare

corre nu prescritto che lo vuole acchiappare

Frigna il materazzi, ma che povera stella

Singhiozza il fenomeno, è un’immagine bella.

anniversario del cinque maggio

che vi stanno gli attaccanti

tutti e due vorrebbero essere l’unico lì avanti

non mi riferisco per forza a Vieri e Ronaldo

ma Vieri e Ronaldo sono un ottimo esempio

e all’improvviso parte un’azione tipo Vieri Ronaldo

(Tiro io

No, tiro io

Tocca a me, tu avevi tirato prima

Sì, ma un tiro più corto

Non mi stare davanti, non mi correre sopra

Vi invito a dialogare su tutto

Rispetto la vostra decisione di farvi da parte

No, non mi faccio da parte io)

Poi arriva l’hombre vertical

e valorizza il territorio

impara quattro schemi, ci costruisce un repertorio

e senza motivo c’ha un terzino cecoslovacco

che è stato proprio bravo chi gl’ha rifilato ‘sto pacco

E all’improvviso parte un’azione tipo Recoba

(Il cocco del padrone voleva fare go’

contro tre biancassurri, ma gli scappa la popò:

Ma il tersìn fa la frittada

ghe ne dà al San Poborsky

Dalle belle braghe bianche alla fine la doppietta gliela fa

Ma prima di azionare un’azione recobosa

ricordati di dire una cosa

il cinque maggio è fatto di gioia, ma… no, no: è solo gioia.

(Scusate, signori laziali, siamo una squadra milanese tanto scalcinata

per favore fateci vincere uno scudetto per l’anniversario del cinque maggio

che mentre voi festeggiate anniversario

noi veniamo in vostri telefoni e v’intercettiamo autoassegnandoci di cacca uno scudetto

grazie mille tutti)

Trattore di centrocampo lu trattore di centrocampo

vedrai che al cinque maggio piangi come un ippocampo

Ti interrompo dall’Olimpico

Ti interrompo dall’Olimpico

vedrai che al Cinque Maggio tu festeggi un Santo Ceco

Complesso con due attaccanti tipo Vieri e Ronaldo

Tira tu, Bobo, che il secondo è bastardo

Vertical del territorio lu vertical del territorio

impara altri quattro schemi che raddoppi il repertorio

Giocatori del cinque maggio più importanti

tipo Del Piero e Iuliano

sappiate che voi vi prendete lo scudetto…

e i prescritti lo prendono nell’… (e qui la rima non mi viene, pazienza).