Frittatona riciclosa di spaghetti per il nostro domani odierno #ricette

A grande richiesta degli stomaci forti d’ogni dovecomequando, e in attesa di sapere chi tra Pep e Guardiola allenerà la Juve, tornano quelle ricette mappazzose che tanto scalpore suscitarono nell’ormai troppo sonnacchioso mondo culinario attuale. Eh, già, di quelle che si ripropongono, proprio.

Ingredienti

300 g almeno di spaghetti integrali Carrefour

3 wursteloni di porco (per i puristi, guanciale)

5 uova

Parmigiano a pioggia (per i puristi bis, pecorino romano).

Preparazione

Cucinate il giorno prima gli spaghetti. Confezione da 500, tutta. Conditeli un po’ come ve pare, ma a parte. Il resto, lasciatelo intonso per la frittatona del giorno dopo, sennò la ricetta non riesce.

Tirate fuori gli spaghetti dal frigo e schiaffateli in una padella oliata, mettete i wurstel tagliati grossolanamente, ché qui la finezza proprio non sappiamo ‘ndo stia. Schiacciate le uova e mescolate il tutto evitando esondazioni. Fate piovere parmigiano.

Quando il tutto è sufficientemente abbrustolito, prendete un piattone da pizza e rovesciate la frittatona riponendola con precisione chirurgica nella padella. Potete farcela, credetemi, c’ho le prove. Una volta bruciacchiata anche sul lato B, servite con abbondante Alka Setzer di contorno. Credetemi bis.