#JuveParma. Le #pagellonze interrotte del giorno dopo. #Juventus

Scesny

Uccellato da Cornelius, poi pochi brividi, freddo a parte. Sul finale, si riscalda un po’, ma finisce in gloria.

Cuadry

Non fa sfracelli, ma continua nella sua crescita terzinesca.

Dely

Giganteggia su Inglese, sferraglia su Cornelius. Peccato sia un flop, altrimenti parrebbe anche bravo.

Bonny

Lanci col goniometro in orizzontale, verticalizza poco, ma mostra sicumera autorevole e a tratti sborona. Guarda, mamma, senza BC!

Alexy

In silenzio, si rompe. Fortuna che abbiamo millemila terzini sinistri. È l’ora di Berny zambro? Ho troveto, direbbe Lino Banfi.

Dany

Entra e inverte i piedi come Matuy, ma di fabbrica.

Pjany

Anonimamente si prende quest’altra vittoria senza apparentemente sudare. Beato lui.

Matuy

Lui sì, che suda. E corre più di Bonini per gli altri dieci.

Raby

In crescita costante. A fine campionato, potrebbe raggiungere le vette del primo Stury, se si applicherà con profitto.

Ramsy

Piedi raffinati e malconci. Poco ritmo, ma un epsilon a piacere meglio della partita precedente.

Ronny

Peccato sia stra-finito e non salti l’uomo. Sarebbe promettente. Ho l’occhio fino, per le giuovani promesse.

Dybby

Paolino Paperino quando esce dal campo, delizia con giuochi di prestigio e assisteggia di giustezza. Una gioia per gli occhi.

Higuy

Prova a incidere, ma non morde, stavolta. Volenteroso.

Costy

Tocchi di fino nella sua minimicropartita.

Sarry

Continua col bastone e carota a Dybby, quattro punti sull’inda. Insomma, bene così, forse. Lo spettacolo? Ma che, daverodavero? Essù, andate al circo.

Cortomuso colpisce ancora.