Andrew Lloyd Webber- Jesus Christ Superstar – The crucifixion #songoftheday

Il video.

Oggi è il venerdì santo di questo disgraziatissimo 2020. Quindi, il video ci sta. Meno crudo e verosimile di quello di Mel Gibson. Ma l’essenza c’è tutta. Il dolore inimmaginabile di una morte così ingiusta e disumana. Anche se l’aggettivo non calza. È umanissima, purtroppo. Nel senso che fotografa quel che gli esseri umani per loro natura sono scelleratamente in grado di fare. Tipo, fare gli untori ignari e ignavi di virus mortali, andando in giro senza catafottersene una ceppa del loro prossimo. I più deboli e indifesi.

E, per colmo di sventura, continuiamo mediamente a votare e glorificare i Barabba di turno, specchiandoci beatamente nella loro cialtronaggine. Brighiamo, truffiamo, intrallazziamo come se non ci fosse un domani. Insomma, anche in queste circostanze estreme, diamo fondo a tutto il campionario pandoriano delle nostre peggiori nefandezze.

Ok, stop al pippone inverecondo.

Qui avevo scritto qualcosa di completamente diverso e potabile sull’argomento. Altri tempi.

Appena mi passa, prometto/minaccio di scrivere qualcosa di più leggero. Magari, proprio sul mio adorato Jesus Christ Superstar e sul fantasma Formaggino.

Stay tuned, stay happy, stay at home.