“You have a very nice face. Goodnight.” #DavidLynch #twinpeaks #Oscar #SixSeaasonsAndAMovie

Non ho seguito assolutamente nulla della premiazione di zio David (e di nonna Lina, savasansdìr). Ciò non toglie che pare siano successe cose strane, come i miei esclusivi contributi fotografici ampiamente dimostrano. E chi l’avrebbe detto? Anche di questo prometto/minaccio di scrivere meglio in futuro, non appena uno dei miei infiniti tentativi di fuga dal mio personalissimo Black Lodge avrà finalmente successo.

Stay tuned, stay Lynched.

Pink Floyd – Jugband Blues #songoftheday

Through the darkness of future’s past, The piper longs to see One chants out between two worlds. Fire, walk with me.

Oppure, per parafrasare zio John,

Picture a madcap with a gnome in Twin Peaks, who dance and talk backwards about a gum out of style. Suddenly someone is wrapped in plastic, the girl with the bike in her eyes.

La parola del giorno è: onirico. Perché, come si dice, la vita è un sogno. Per alcuni, magari, più che per altri. Ebbene sì. A questo punto siamo arrivati. Da lynchiano a marzulliano, è un cortocircuito sinaptico istantaneo. Helloooo? Eppure, il fatto gli è che in questi ultimi giorni straziantemente crepuscolari, come un ingenuo Brando che racconta le sue scorribande in moto, o un Dennis Hopper che sogna sulle note di Roy Orbison della bella Isabella, mi son frullate pel gulliver un po’ d’insane riflessioni sull’universo del mio adorato Twin Peaks. E su come Syd potrebbe, ancor meglio di zio David (Bowie) o Chris Isaak, far parte di quel sogno contorto.

Se fosse davvero tutto un sogno, illogico, una Matrix senza scopo in cui Syd ha soltanto preso la pillola sbagliata addormentandosi, per poi piombare nella tana del bianconiglio? Il senso di straniamento, gradualmente, ma inesorabilmente crescente fino a diventare assoluto, avrebbe finalmente un certo qual senso. Il punto è cosa farci, con questo brandello di consapevolezza. dopo essersi svegliati. Nulla, temo. Proprio come Syd.

And what exactly is a dream, and what exactly is a joke?

Domande senza risposta.

And I’m wandering who could be writing this post.

Il video

https://youtu.be/ZhjGTUS_Gj0

È terribilmente premuroso da parte tua pensarmi qui

It’s awfully considerate of you to think of me here

e ti sono molto grato per avermi chiarito

and i’m much obliged to you for making it clear

che non sono qui.

that i’m not here.

e non ho mai saputo che avremmo potuto essere essere così ottusi

and i never knew we could be so thick

e non ho mai saputo che la luna potesse essere così triste

and i never knew the moon could be so blue

e sono grato che tu abbia buttato via le mie vecchie scarpe

and i’m grateful that you threw away my old shoes

e mi ha portato qui invece vestito di rosso

and brought me here instead dressed in red

e mi chiedo chi potrebbe scrivere questa canzone.

and i’m wondering who could be writing this song.

Non mi importa se il sole non splende

I don’t care if the sun don’t shine

e non mi importa se nulla è mio

and i don’t care if nothing is mine

e non mi importa se sono nervoso con te

and i don’t care if i’m nervous with you

Avrò i miei amori in inverno.

i’ll do my loving in the winter.

E il mare non è verde

And the sea isn’t green

e amo la regina

and i love the queen

e cos’è esattamente un sogno

and what exactly is a dream

e cos’è esattamente uno scherzo.

and what exactly is a joke.

Fonte: Musixmatch

Compositori: SYD BARRETT

Testo di Jugband Blues © S.I.A.E. Direzione Generale, Essex Music International, Essex Music International Inc.

L’oroscopo del Dottor Ceppo. Settimana dal 25 febbraio al 3 marzo. Game of Thrones Special Edition

Ariete

(21 Marzo – 20 Aprile)

138 – L’imperatore romano Adriano adotta Antonino Pio, rendendolo suo successore.

Il ceppo vaticina: erediti 250 sesterzi da un lontano parente. E tu, per non saper né leggere né scrivere da buon John Snow che nulla sape, approfittane tosto comprandoti il cofanetto deluxe limited edition con sottotitoli in valyriano e dothraki della tua serie tv preferita.

Toro

21 Aprile – 20 Maggio

1798 – Roma: una folla di popolani trasteverini e monticiani insorge contro la neonata repubblica, ma la sommossa viene sedata dalle armate francesi.

Il ceppo vaticina: hai voglia a ribellarti, quando ti annebbiano la mente e lo spirito pugnace a sorsi di vinello de li castelli. Ma tanto, come direbbe il buon Tyrion, che te frega, che t’emporta, il cofanetto in Blu-ray mo’ cellai.

Gemelli

21 Maggio – 21 Giugno

1803 – Ratisbona: ultima dieta imperiale e reichsdeputationshauptschluss.

Il ceppo vaticina: sì, ammettilo, sembrano trascorsi oltre due secoli da quando indugi in indecorosi banchetti luculliani degni del peggior Bob Baratheon. Ma non c’è bisogno che cominci a parlar strano per evitare la questione, supercazzolando come un astuto Ditocorto, ché io gli’o tajerei, quer dito.

Cancro

22 Giugno – 22 Luglio

1856 – Inizia il Congresso di Parigi al fine di ristabilire la pace dopo la guerra di Crimea.

Il ceppo vaticina: le beghe coi tuoi familiari/colleghi/condomini potrebbero presto risolversi. Firma sull’assegno in bianco qui sotto e magna tranquillo, ché il matrimonio di sangue procede per ora senza colpi di scena. Ops. Spoiler.

Leone

23 Luglio – 23 Agosto

1912 – Alla morte del padre, Maria Adelaide di Lussemburgo, diviene granduchessa del Lussemburgo.

Il ceppo vaticina: e chi l’avrebbe immaginato, vero? Eppure lo diceva tua madre che quella/quello era davvero un buona famiglia che t’avrebbe fatto salire al Trono senza colpo ferire pagando tutti i tuoi debiti. Ma tu, niente, non era Arya. Contento/a tu…

Vergine

24 Agosto – 23 Settembre

1919 – Lo stato dell’Oregon applica una tassa sulla benzina di un centesimo al gallone, divenendo il primo stato degli Stati Uniti a tassare la benzina.

Il ceppo vaticina: mentre tu aspetti fiducioso il reddito di cittadinanza per trasferirti alle Maldive, qualche spesa imprevista potrebbe ostacolarti. Fai il pieno prima che scattino gli aumenti, o resti Sansa. Ah, ricordati la crema abbronzante fattore Dracarys, se non vuoi diventar Daenerys, nerys, nerys.

Bilancia

24 Settembre – 22 Ottobre

1922 – Nella prigione di St. Pierre a Versailles viene ghigliottinato Henri Désiré Landru seduttore ed omicida di dieci donne, ingannate con la promessa di matrimonio.

Il ceppo vaticina: il tuo fascino magnetico farà perdere la testa a tutti. O forse sarà il contrario. Non fare il Ned Stark e dacci un taglio prima tu.

Scorpione

23 Ottobre – 22 Novembre

1948 – In Cecoslovacchia il Partito Comunista prende il potere, terminando così la terza repubblica.

Il ceppo vaticina: si stava meglio quando si stava peggio. O qualche altro luogo comune random. Non è che posso dirti sempre tutto io, eh. Fatti una bella bekerovka e pure il Re della Notte non sembrerà brutto come lo si dipinge. Minchia, però, è brutto forte. Continua pure a versare, finché a Theon non ricresce il pisello.

Sagittario

23 Novembre – 21 Dicembre

1951 – Si svolgono i primi Giochi Panamericani, a Buenos Aires, Argentina.

1952 – Si chiudono a Oslo, in Norvegia, i VI Giochi olimpici invernali.

Il ceppo vaticina: lagggente fa pesi di brutto per sviluppare un fisicaccio alla Khal Drogo o Brienne, e tu ancora non hai finito quella maratona di Game of Thrones sul divano, sommerso da una valanga di popcorn e patatine. Uhm. Fatti più in là, ché la cosa m’interessa.

Capricorno

22 Dicembre – 20 Gennaio

1964 – Muhammad Ali diventa campione mondiale dei pesi massimi a soli 22 anni, sconfiggendo a Miami Sonny Liston per abbandono alla settima ripresa.

Il ceppo vaticina: e tu, alla tua veneranda età, stai ancora a leggere oroscopi su Internet? Non temere i colpi dell’avversa fortuna: va’, esci, tuocc’ e ffemmene, ché mica sei un Guardiano della notte. Occhio, però, a non imbatterti in una novella Melisandre. Verifica bene l’età prima, ché poi so’ Cassius.

Acquario

21 Gennaio – 19 Febbraio

1995 – Massimo Moratti acquista il Football Club Internazionale Milano.

Il ceppo vaticina: il pericolo è sempre in agguato, i nemici simpattici e intercettatori, Cersei style, potrebbero approfittare di te, derubarti e usurpare il tuo trono con malefici inganni. Ma tutto tornerà al suo equilibrio naturale, prima o poi. Abbi fede nel negli Antichi Dei e pure nei Nuovi e tienti comunque vicino il vetro di drago o l’aglio, se il primo non lo trovi all’iper sotto casa.

Pesci

20 Febbraio – 20 Marzo

2018 – Si chiudono a Pyeongchang, in Corea del Sud, i XXIII Giochi olimpici invernali.

Il ceppo vaticina: anche quest’Inverno passerà. E la voglia di fare sport, che bussa veemente alle tue porte, anche. E allora, passa pure ‘sti cavoli di popcorn, e resisti. Hodor, pliiiss.

Come ti vesti. Quattordicesima puntata

Honey, I know, I know

I know times are changing

It’s time we all reach out

For something new, that means you too

You say you want a leader

But you can’t seem to make up your mind

I think you better close it.

Che strani, infiniti giri fanno a volte le mie sciamaniche sinapsi modaiole mattutine. Tanto strani che, il giorno in cui decido di rispolverare una sconveniente giacca color violetto-appartamento di Monica è quello del portone che si apre verso un nuovo mondo di incommensurabili opportunità virtuali. E questi versi di Purple rain calzano sinistramente a pennello. Chi vivrà vedrà, avrebbe chiosato Rino.

Tornando all’outfit, la scelta di un colore così funereo e singolare è del tutto casuale. Giacca Liu Jo, comprato un po’ per sbaglio, un po’ per caso. Di quelle che i tuoi subitodopodefunti colleghi ti sfottevano con frasi del tipo “Beeeella, ‘sta giacca. C’è pure in versione maschile?”. Le matte risate. A completare, jeans Gas blu che un tempo era skinny e adesso va persino larghetto anzichenò, maglione a strisce multicolor Sergio Tacchini azzurro petrolio che fa scopa con l’involontaria doccia di gasolio di ieri, in quello che a uno spettatore casuale poteva sembrare un tentativo fantozziano di rifornimento in tempo record, tipo quando in Ferrari autoboicottavano scientemente Irvine o Barrichello o Massa. Scarpe Old sail perfette per il lungo diluvio emotivo ancora in corso.

Come avrebbe scritto uno bravo:

Cooper Rapìdo, che attraversò un fiume di merda e ne uscì fuori pulito e profumato. Cooper Rapìdo, diretto verso la stanza rossa dove i nani danzano e si parla all’incontrario. Noi che lo conoscevamo bene, ne parlavamo spesso, e ne avevamo di cose da raccontare. Certe volte, però, ero triste pensando che Coop se n’era andato. Ma alcuni uccelli non sono fatti per la gabbia, questa è la verità. Sono nati liberi e liberi devono essere. E quando volano via, ti si riempie il cuore di gioia, perché sai che nessuno avrebbe dovuto rinchiuderli. Anche se il posto in cui vivi diventa all’ improvviso grigio e vuoto senza di loro. Il fatto è che il mio alter ego mi mancava.

E insomma, caro David, datti una mossa e cadaunami tosto questa quarta fottutissima stagione.

E qualcosa mi dice che da oggi scriverò moolto più spesso. È una minaccia.

Stay tuned, stay fashion, stay strong.