#Pizza del cavolo al #microonde

Ché, si sa, qui si ricicla di brutto, e pure in fretta, tutto quel che resta in frigo. Tipo, spianata e cavoli. Eh? Già. E allora torniamo a sporcarci sommariamente le mani in cucina. Cone ai bei vecchi tempi. E ciao mondo.

Ingredienti

500 g di besciamella

250 g di farina 1 macinata a pietra

Mezzo cavolo stufato al vapore

100 g di spianata calabrese

Peperoncino q.b.

Preparazione.

Il mezzo cavolo l’avevo preparato il giorno prima per svuotare il frigo, salvo poi lasciarlo in frigo in una ciotola. Logico, nevvero?

Poi, ho preso un’altra bella ciotolona per impastare acqua e farina senza lievito. Versato l’impasto liquido, tipo pastella per tempura, o mores, sulla crisp. Poscia ho aggiunto i cavoli stufati, la montagna di besciamella esondante e infine la spianata a catafottere.

Ah, dimenticavo. La zucchina trombetta lessata in alto a destra è decorativa, più che altro.

20 minuti in modalità dual crisp al microonde.

Risultato: da leccarsi le orecchie. Strambo, ma vero.

P. S.: da come si evince, non è che abbia molta voglia di scrivere, in questo periodo. Passerà. Intanto, mi comforto col food e costruisco su macerie. Mi mantengo vivo, insomma.

Pizza di legumi al microonde

Regalone arrivato dai miei munifici sponsor e subito messo in opera (nota per tutti gli altri possibili foraggiatori, compratemi, io sono in vendita, e non credetemi irraggiungibile). Parliamo della magnifica pentola a pressione Tupperware per il microonde. 20 minuti, e la busta di zuppa contadina secca l’è bella e pronta. Poi, il colpo di genio…

INGREDIENTI

– Una busta di zuppa contadina Colfiorito da 1 kg

– Spezie e aromi a piacere

– Olio q.b.

– 3 fette di caciocavallo o provola

– 1 vasetto di passata di pomodorini bio Barilla

PROCEDIMENTO

Schiaffate i legumi nella pentola e sciacquateli un po’, facendo attenzione a non farli esondare fino a intasare il lavello. È vero, credetemi è accaduto. Quando li vedete belli spurgati, riempite d’acqua sotto il livello max indicato nella pentola, chiudete e mettete nel microonde per 20 minuti alla massima temperatura. Giuro che funziona e non dovrebbe esplodere nulla. Magari la zuppa affrescherà il tetto del vostro microonde Sistina Style con gli effluvi legumati, ma, ehi, che figata! Manco Jackson Pollock in acido farebbe di meglio.

Terminata la cottura, lasciando che si freddi per un’era geologica e aprendo con cura la bomba a pressione, evitando complicazioni, si dovrebbe alfin presentare un blob compatto e un po’ inquietante.

Lo si spalma senza tema su un megapiattone da pizza e lo si farcisce a piacere come fosse un megapizzone. E buon appetito, gente!😲

Pizza senza lievito al microonde. Yumm yumm.

Premessa doverosa. La mia bella, dolce cara mammina soleva e suole ancor oggi, se opportunamente pungolata, prepararmi una delizia facile e veloce chiamata pizza fritta. Praticamente, è una sorta di frittata di acqua (bella come idea) e farina con pelati e caciocavallo fritta in abbondante olio e poi rovesciata a mo’ di frittata appunto con un piatto dalla padella, provocando ustioni da assedio medievale, così da far abbrustolire i pomodori e il caciocavallo e creare una deliziosa crosticina che nothin’, manco una pizza napoletana dop, compares 2. Ora, conoscendo la mia atavica idiosincrasia ai fornelli, una delle prime cose fatte all’epoca del mio sbambocciamento è stata trovare my way per una pizza fritta simulata al microonde. A oggi, sono felicemente approdato a questa.

INGREDIENTI

150 g di farina (io preferisco l’integrale) per la teglia Whirlpool crisp piccola da torta comprata su Amazon.

300 di farina mista (integrale, 0 macinata a pietra di tipo 2 e di lino) per la teglia crisp grande d’ordinanza.

Acqua q.b. Per creare un impasto bastantemente scivolello da covrir tutta la superfizie delle teglie senza usare una supercazzuola.

Per la farcitura, teglia piccola:

Caciocavallo silano di Croce di Magara

Pomodorini ciliegino del Todis,

Prosciutto cotto spezzettato

Carciofini marca Crai

Per la farcitura, teglia grande:

Ho separato artificialmente in due la base spalmata con dei pezzetti di pane di segale, per creare una differente farcitura e evitare perniciose esondazioni di materiale magmatico ultraustionante.

Prima metà:

Surimi

Panna da cucina

Qualche tocchetto di caciocavallo

Seconda metà:

Un boccaccetto sano di pomodorini datterini gialli marca Conad

Taaanto caciocavallo

Carciofini

Prosciutto cotto

Scaglie di parmigiano una volta sfornato

Peperoncini Quetzlatacatechenanmbo, razza coltivata nella giungla primitiva e selvaggia dai pazienti di un manicomio criminale in Guatemala (indovinalacit.?)

Tempo di cottura: sul mio fido Whirlpool, fanno 10 minuti funzione dual crisp per la teglia piccola, e 13 minuti per la grande. In funzione di quanto sia cotta o allagata dalla panna e dal sugo di pomodorini, si può aumentare o diminuire a piacere, obviously.

Il tutto era di una bontà indescrivibile. La terra ha tremato e gli angeli hanno pianto (indovinalacit.? #2). Ora però scappo, ché è finalmente uscito il mio numerino per la lavanda gastrica.

Alla mia prossima, goduriosa, nefandezza culinaria.