Contro il logorio del lunedì moderno, la colazione che non t’aspetti.

Consigliata da 999 nutrizionisti improvvisati su mille, tutti rigorosamenti imbambolati per i postumi del St. Patrick’s Day.

– orzo al caffè Nestlè

– caffè alla moma Bialetti

– Parmigiano Reggiano

– Sopressata calabrese Dop

– Frutta secca mista

– Kefir industriale Milk, in attesa di tornare a quello casalingo

– Marmellata Zuegg ai mirtilli senza zuccheri aggiunti

– Un’arancia

– Il grande Yogurt magro Pam

– La PIZZA della sera prima riscaldata, patrimonio Unesco.

Colazione frugale, ma onesta.

Lavanda gastrica non inclusa.